VEGETARIAN AND VEGAN RESTAURANT
________________________________________________________________
Logo Olbia in Vespa
Logo_Olbia_in_Vespa
Logo Olbia in Vespa
Logo Olbia in Vespa
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Giro di Sardegna > Il Tour > Le Tappe
IV° giornata
09 ottobre 2015
Partenza da Fluminimaggiore ore 09:00.
La strada ha inizio su di un tratto pianeggiante e poi la salita all’altipiano di Biderdi. Segue una discesa con panorama meraviglioso su Arbus che si raggiunge dopo una nuova salita (km 22) che termina al valico di Genna Frongia. La strada è tutta in mezzo a grandi boschi di sugheri. Dall’alto del valico panorama meraviglioso sulla vasta pianura del Campidano. Una lunga e forte discesa conduce a Guspini (km 27,6) nelle cui vicinanze vi sono molti nuraghes, tre dei quali per dimensioni e disegno sono tra i più belli dei 2000 sparsi per la Sardegna. Al km 29,3 si incrocia la ferrovia delle miniere di Montevecchio con la stazione di Nurali e si entra nella sconfinata pianura del Campidano e passando tra i vigneti, terreni coltivati e stagni, per Casa Zeppera (km 39,8), S. Nicolò D’Arcidano (km 45) Terralba (km 49,2), Marrubiu (Km 52,5) si giunge alla via più breve da Cagliari e si entra in Oristano, il paese di Eleonora D’Arborea la intrepida e sagace donna che pubblicò il primo famoso codice di leggi locali che per la sua saviezza venne poi esteso a tutta l’isola. Si esce da Oristano per un viale alberato e si giunge al ponte sul Tirso (km 71,2) e poco dopo si volge a destra addentrandosi verso l’interno passando attraverso le ubertose terre del Campidano.
Percorso da Fluminimaggiore a Alghero
Si lasciano sulla destra i villaggi di Nuraxinteddu e Massama e la strada che mena a Solarussa famosa per la sua vernaccia, a sinistra Tramatza e poi a destra Bauladu (km. 85,3). Si comincia a salire lentamente ma costantemente e solendo sempre si arriva a Paulilatino (m 280, km. 97,6). Al km 104,5, m 313 a destra si trovano Abbasanta e Ghilarza ed a sinistra la strada che mena a Santu Lussurgiu, distante km 16.
Si continua traversando un’amplissima valle semi deserta e pianeggiante, si lascia a destra (km 112,1) la strada per Borore, e poi una faticosa salita conduce a Macomer (m. 572, km. 121,6) sull’orlo dell’altipiano basaltico di Campeda, con panorama immenso e meraviglioso. Il grosso borgo è centro di una vasta zona agricola e specialmente dedicata all’allevamento del bestiame ed in particolare dei cavalli.
Uscendo da Macomer dopo altri 2,8 km di salita lasciando a destra la strada per Sassari il nostro itinerario volge a ovest attraverso l’altopiano delle Campeda, costeggia lo stagno e il nuraghe di Bara, giunge a Sindia (m. 510 km. 134,6) alle falde del M. Rughe. Si discende sino a Suni (m. 333 km 144,4) dove si lascia a sinistra la strada per Tresnuraghes, di fronte quella per Bosa, si volge a destra e poco dopo (km. 151,2) a sinistra uno dei più belli nuraghi il Nuradeo a due piani. Si discende al ponte Su Riu Badu Crabolu e si risale per una strada tortuosa sino alla Cantoniera Baddelonga (km. 157,5). Il percorso è vario alternato di brevi salite e discese fino alla strada che si lascia a destra per Pozzomaggiore e poco dopo si è nell’abitato di Padria (m. 311 km. 166,7). Si discende al ponte sotto Mara che poi si lascia a destra sulla salita. Si discende ancora e si risale, bivio a destra per Romana e Ittiri (km. 180,8), si passa sotto i casolari di Montelone Roccadoria così detto per gli avanzi del castello dei Doria di Genova che vi sostennero un assedio verso il 1500. Indi la Cantoniera Reine Mare (m. 240 km. 184). Percorso sempre vario e quasi sempre deserto fino a Villanova Monteleone (m. 567, km. 193,50). Si sale a m. 619, si scende alla fonte Paradisu a m. 557, poi al ponte di Caitta, si sale alla Cantoniera M. Furcadu e poi si discende per strada serpeggiante con vista grandiosa sul mare fino ad Alghero (km. 217,3). La graziosa cittadina è molto interessante dal punto di vista turistico e storico. Risente moltissimo dell’origine spagnola essendo una colonia catalana ed è famosa pei molti aneddoti che si raccontano della visita fattavi nel 1541 dall’Imperatore Carlo V.

Siamo giunti ora al termine della quarta giornata.
Qui i partecipanti potranno riposare e prepararsi alla tappa del giorno seguente.
Profilo altimetrico da Fluminimaggiore ad Alghero
Profilo altimetrico da Fluminimaggiore ad Alghero
Tappa precedente
precedente
Tappa successiva
successivo

CLUB non affiliato al VC Italia
INDIRIZZO:
ASD Olbia in Vespa
Via Petta, 40
07026 Olbia (SS)

ORARIO APERTURA SEDE SOCIALE
Tutti i Giovedì
dalle 18:30 alle 20:30
Email info@olbiainvespa.it
Olbia in Vespa 2018
Ultimo aggiornamento del sito:
Ti piacciono i nostri itinerari?
Aiutaci a sostenere il Club con una donazione su PayPal.

Club Amico
Torna ai contenuti | Torna al menu